Quote stagionali alla migratoria:

Due Aziende Faunistiche Venatorie, "Fondaccio" e "Bucone", nell'area territoriale di Canino e del Lago di Bolsena, due importanti crocevia della migrazione autunno-invernale, una più predisposta alla sosta dei colombacci e l'altra dei tordi, possono entrambe essere definite come Aziende specializzate in migratoria.

  • Tordo, colombaccio e allodola.
  • Due giorni di caccia a settimana.
  • Un fucile.
  • Carniere giornaliero secondo calendario venatorio regionale.
  • Possibilità di soggiorno e pranzo nella casa di caccia.
La Quota comprende:

 

  1. La giornata di caccia può essere scelta in base alla disponibilità dell’azienda.

  2. La caccia è esclusivamente in appostamento temporaneo.

  3. Nei mesi di ottobre e novembre si può cacciare dalla mattina allo spollo fino a pranzo con il traccheggio, nei mesi di dicembre e gennaio è consentito anche il rientro.

  4. Questo tipo di impostazione della caccia e il basso numero di quotisti garantisce una presenza costante degli animali che si protrae fino a febbraio.

  5. E’ severamente vietato l’abbattimento di qualsiasi altro tipo di selvatico non contemplato esplicitamente nella quota sia esso stanziale (fagiano, starna, pernice, lepre, cinghiale) o di passo (beccaccia, quaglia). Ai trasgressori sarà revocato il permesso stagionale di caccia senza la restituzione della quota versata.

  6. Nella settimana antecedente la chiusura della caccia l’Associazione può organizzare una o due giornate allo scaccio al tordo a cui tutti i quotisti possono partecipare.

 

 
Caccia ai Colombacci - Quote stagionali

L’Azienda Faunistico Venatoria “Fondaccio”, sulle coste del lago di Bolsena, offre un territorio vasto e particolarmente adatto alla sosta invernale dei colombacci in migrazione. La caccia che si svolge è specifica, da appostamenti fissi con ausilio di zimbelli e volantini.

La Quota comprende:

  • specie cacciabile: Colombaccio,

  • un giorno di caccia a settimana,

  • area di caccia riservata personale,

  • uno o due fucili,

  • periodo: dal 1 ottobre al 31 gennaio,

  • possibile proroga al 10 febbraio

  1. Le quote che vengono messe a disposizione sono limitate al numero di 4 per l’intera stagione venatoria.

  2. Ogni quotista ha la disponibilità del gestore dell’Azienda nella scelta del luogo dove organizzare l’appostamento.

  3. La giornata di caccia può essere scelta in base alla disponibilità dell’Azienda.

  4. L’attività di caccia è consentita fino alle ore 13:00 del giorno; questo consente il rientro in tranquillità dei vari gruppi di colombacci che scelgono quelle zone per la notte. Il tiro è consentito esclusivamente a fermo.

  5. E’ severamente vietato l’abbattimento di qualsiasi altro tipo di selvatico non contemplato esplicitamente nella quota sia esso stanziale (fagiano, starna, pernice, lepre, cinghiale, capriolo) o di passo (tordo, beccaccia, quaglia). Ai trasgressori sarà revocato il permesso stagionale di caccia senza la restituzione della quota versata.

  6. Nella settimana antecedente la chiusura della caccia l’Associazione si riserva la possibilità di organizzare giornate all’aspetto pomeridiano a cui i quotisti possono partecipare.

Per maggiori informazioni, preventivi e prenotazioni:

SEGUICI SU...

facebook 1.png
instagram-logo.jpg
youtube logo 3.png